Tu sei qui: Home / Aree tematiche / Servizi Istituzionali e Demoanagrafici / Elettorale / Notizie / Iscrizioni agli albi degli Scrutatori e dei Presidenti di seggio elettorale

Iscrizioni agli albi degli Scrutatori e dei Presidenti di seggio elettorale

Dal 1 Ottobre al 30 Novembre di ogni anno

Iscrizione all'Albo degli scrutatori

L’Albo degli scrutatori raccoglie tutti coloro che, avendo i requisiti richiesti dalla legge, presentano l’apposita domanda nel periodo dal 1 al 30 Novembre di ogni anno. In occasione di elezioni o Referendum gli scrutatori vengono nominati dalla Commissione Elettorale Comunale attingendo da questo albo.

La domanda può essere inviata via email all’indirizzo PEC:  oppure via email all'indirizzo:  compilata in ogni sua parte e corredata della copia di un documento d’identità.

Per essere iscritti all’albo degli scrutatori occorre essere elettore del Comune e aver assolto agli obblighi scolastici.

Sono esclusi dalla funzione di Scrutatore di seggio elettorale:

  • i dipendenti del Ministero dell’Interno, delle Poste e Telecomunicazioni e dei Trasporti
  • gli appartenenti alle Forze Armate in servizio
  • i medici provinciali, gli ufficiali sanitari e i medici condotti
  • i segretari comunali e i dipendenti dei Comuni addetti o comandati a prestare servizio presso gli Uffici Elettorali Comunali
  • i candidati alle elezioni per le quali si svolga la votazione

Una volta iscritti, non occorre rinnovare l’iscrizione ogni anno. Coloro che non intendono più svolgere la funzione di scrutatore possono richiedere la cancellazione dall’albo, con domanda scritta, entro il mese di dicembre di ogni anno.

In occasione di ogni consultazione elettorale, la Commissione Elettorale Comunale, in seduta pubblica convocata dal 25° al 20° giorno antecedente la data della votazione e pubblicizzata attraverso l’affissione di un apposito manifesto, nomina gli scrutatori da destinare ai seggi elettorali scegliendoli liberamente tra coloro che sono iscritti all’albo. Gli scrutatori nominati possono rinunciare solo a causa di un grave impedimento, che va comunicato all’ufficio elettorale entro quarantotto ore dalla notifica della nomina, riconsegnando all’ufficio elettorale l’originale della nomina.

Iscrizione all'Albo per Presidente di Seggio Elettorale 

Per svolgere le funzioni di Presidente di seggio elettorale è necessario essere iscritti nell’Albo delle persone idonee all’Ufficio. I cittadini che possiedono i requisiti di legge e che non sono già iscritti nell’Albo possono presentare domanda per l’iscrizione dal 1 al 31 Ottobre di ogni anno. L’Ufficio elettorale svolge gli adempimenti di competenza in relazione all’aggiornamento dell’albo, istituito e tenuto presso la Corte d’Appello.

Requisiti per l’iscrizione     

Per essere iscritti nell’Albo dei Presidenti di seggio occorre essere in possesso dei seguenti requisiti:

  • essere elettore del proprio Comune
  • essere in possesso del diploma di scuola media superiore

Non possono esercitare la funzione di Presidente di seggio le persone che appartengono alle seguenti categorie:

  • coloro che alla data delle elezioni hanno superato il 70° anno di età
  • i dipendenti del Ministero dell’Interno, dell’ex Ministero delle Poste e Telecomunicazioni e dell’ex Ministero dei Trasporti
  • gli appartenenti alle Forze Armate in servizio
  • i medici provinciali, gli ufficiali sanitari ed i medici condotti
  • i segretari comunali e i dipendenti dei Comuni, addetti o comandati a prestare servizio presso gli uffici elettorali comunali
  • i candidati alle elezioni per le quali si svolge la votazione

 

La domanda può essere inviata via email all’indirizzo PEC:  oppure via email all'indirizzo:   compilata in ogni sua parte e corredata della copia di un documento d’identità.

Consultazioni elettorali

In occasione di consultazioni elettorali, la Corte d’Appello, entro il trentesimo giorno antecedente la data fissata per le votazioni, procede alla nomina dei Presidenti di seggio. Qualora il presidente designato sia impossibilitato a ricoprire l’incarico, è tenuto a informare tempestivamente la Corte d’Appello. La rinuncia alla nomina è possibile solo per gravi e giustificati motivi.