Tu sei qui: Home / Aree tematiche / Protezione Civile / Notizie / Corona virus / Archivio notizie (Fonte: Regione) / Spostamenti e chiusure da giovedì 7 maggio

Spostamenti e chiusure da giovedì 7 maggio

Ordinanze regionali n.74 del 30/04/2020 e n. 75 del 06/05/2020

Le ordinanze regionali n.74 del 30/04/2020 n. 75 del 06/05/2020, aggiungono alcune novità importanti alle regole in vigore per la cosiddetta "fase 2" - sempre nei limiti di legge fissati dal DPCM del Governo.

Resta in vigore l'obbligo di giustificare lo spostamento, che deve essere sempre riconducibile a motivazioni di assoluta necessità, lavoro, salute. A queste motivazioni si aggiunge ora la visita ai congiunti. Tutti questi spostamenti sono ammessi a livello regionale.

Nel dettaglio le nuove misure:

Diventa OBBLIGATORIO l’uso delle mascherine: nei locali aperti al pubblico, ma anche nei luoghi all’aperto quando non sia possibile mantenere il distanziamento di un metro.

Anche le attività economiche ancora sospese, di qualsiasi tipo, possono prepararsi alla ripartenza: per questo è sempre consentito l’accesso ai locali per lo svolgimento di lavori di vigilanza, manutenzione, pulizia e sanificazione, nonché la ricezione in magazzino di beni e forniture. Intanto in sede locale si vanno perfezionando protocolli e accordi per essere pronti quando sarà autorizzata la riapertura.

Anche le seconde case, i camper o le roulotte, che non sono ancora utilizzabili, possono però essere sistemati e preparati: per questo è possibile recarvisi, in giornata e individualmente o con i familiari conviventi, per lo svolgimento delle attività di manutenzione e per riparazioni e sistemazioni.

Si potrà fare la spesa in tutto il territorio regionale, in forma individuale o insieme a persone conviventi. 

Riparte l’attività motoria e sportiva individuale all’aperto nell'ambito del proprio territorio regionale, come, a titolo di esempio, ciclismo, corsa, caccia di selezione, pesca sportiva, tiro con l’arco, equitazione nel rispetto della distanza di sicurezza interpersonale di almeno due metri per l’attività sportiva e di almeno un metro per ogni altra attività. 

È consentita non solo l’attività di allevamento, ma anche quella di addestramento degli animali.

Insieme ai funerali riaprono i cimiteri. Gli orari e le modalità di accesso sono disciplinati dai comuni.

Riaprono parchi e giardini all'interno dei quali vige comunque il divieto di assembramento e di attività ludiche. Vietato l'accesso, inoltre, alle aree giochi per bambini.
I dettagli delle modalità dell'accesso ai parchi e ai giardini sono fissate dai comuni.

Per quanto riguarda le biblioteche (prestito) l'Unione sta predisponendo le condizioni atte a garantire l'accesso in sicurezza di dipendenti e utenti e riaprire il prima possibile.

Restano sospese le visite agli ospiti delle strutture socio-sanitarie residenziali per persone non autosufficienti.

FAQ - Domande frequenti sugli spostamenti (collegamento al sito della Regione Emilia-Romagna)

Modello di autocertificazione (in uso dal 4 maggio)