Tu sei qui: Home / Aree tematiche / Protezione Civile / Notizie / Corona virus / Comunicati del Sindaco / Coronavirus. Comunicato del Sindaco n. 219 del 2 marzo 2021

Coronavirus. Comunicato del Sindaco n. 219 del 2 marzo 2021

Carissime cittadine, Carissimi cittadini

SITUAZIONE SANITARIA
▪️Dal report del Dipartimento di Salute Pubblica, Castello d'Argile registra,oggi, 24 nuove positività.
▪️Nel nostro territorio, al netto dei guariti, permangono 108 persone positive.
Ci sono diversi ricoveri.
▪️Tanti giri di parole sono inutili: la situazione a Castello d'Argile( Argile molto di più rispetto a Mascarino) è grave. È evidente che,insieme ad un'altra decina di Comuni, siamo stati colpiti, per primi, in modo pesante dalle nuove varianti. La situazione è in rapido peggioramento dappertutto, ma in alcuni luoghi la crescita è più importante. Non sono ancora note le cause di questa esplosione a macchia di leopardo, pur essendoci approfondimenti in corso.
▪️Domani avrò un altro incontro con il Dipartimento di Salute Pubblica per concordare delle linee di intervento sul territorio.
▪️La natura dei focolai è familiare. Non ci sono evidenze di contagi sviluppati in luoghi pubblici o aperti al pubblico. Dico questo perché è bene chiarirsi. Il rischio di contagiarsi in piazza, al parco, per strada non è altissimo, fermo restando il dovere di rispettare le prescrizioni. Quello che vi chiedo, anzi vi supplico, è di non scambiarvi le visite nelle case e di stare attenti quando toccate oggetti di vario genere( passamano, tasti bancomat, maniglie, banconote,ecc).
▪️Se vogliamo uscire, il prima possibile, da questa situazione dobbiamo aiutarci anche da soli. Oggi, nella riunione dei sindaci, abbiamo chiesto a gran voce un potenziamento dei controlli. In tutta onestà, bene se arriveranno dei rinforzi in tal senso, ma non potranno essere mai esaustivi. Le forze sono limitate rispetto ai territori da controllare ed i sindaci(me compreso) non hanno il dono di poter fermare le onde con le mani.
▪️Io non mi unisco al coro di chi cerca le colpe nei cittadini. Gli irresponsabili ci sono ma la stragrande maggioranza delle persone sta soffrendo con responsabilità e dignità questa situazione. Quello che vi sto chiedendo è uno sforzo di prudenza per metterci alla spalle questo momento. Abbiamo tante
famiglie da assistere con la consegna di spesa e farmaci; se i numeri continuano a crescere avremo anche difficoltà a garantirle, nonostante l'impagabile servizio dei volontari.

ZONA ROSSA DAL 04 MARZO
▪️Dal 04 marzo al 21 marzo, i Comuni di tutta la Città Metropolitana di Bologna( compreso il nostro) e della provincia di Modena saranno in zona rossa.
▪️Questo significherà:
- Lezioni sospese anche alla fascia 0-6 anni.
- negozi chiusi( fatta eccezione di quelli autorizzati dal DPCM firmato oggi e valido dal 06 marzo al 06 aprile). Rimarranno chiusi anche estetisti, barbieri, parrucchieri.
Il comunicato stampa per il nuovo DPCM
- Divieto di visite a parenti ed amici, salvo motivi di assistenza o comprovate necessità.
▪️Nella riunione tra tutti i sindaci della Città Metropolitana è stato chiesto, a gran voce, il rapido riconoscimento dei ristori alle aziende e dei congedi parentali con effetto retroattivo. È stato inoltre chiesto un pronunciamento della Prefettura per riconoscere alle Polizie Locali il ruolo di addette ai controlli del rispetto delle misure anti-covid( fino ad oggi non è così).
▪️Sono state inoltre sollevate pressioni affinché il governo si impegni a garantire alle Regioni un'accelerazione sulla fornitura dei vaccini. Il rallentamento delle vaccinazioni di questi giorni scaturisce dalla, finora, lenta fornitura.
▪️L'ordinanza regionale sarà firmata domani.
***
Nel 2020, l'Amministrazione Comunale è intervenuta per alleviare vari disagi( famiglie, negozi, rette materne, ecc).
Nei limiti delle nostre forze, non faremo mancare azioni mirate neanche questa volta.
Ora però pensiamo a difenderci. Forza!
A presto per nuovi aggiornamenti.
Un forte abbraccio ed un caro saluto a tutte ed a tutti.
Il sindaco
Alessandro Erriquez