Tu sei qui: Home / Il Comune / Territorio e Storia / Luoghi di interesse / Altri Edifici Storici

Altri Edifici Storici

Ex Convivio e Chiesa dei Ronchi di Venezzano
Edificio costruito nel 1284 a spese dei nobili bolognesi Guastavillani, come convento, con Chiesa annessa, per ospitare un gruppo di Frati Minori Conventuali di S. Francesco.
Per alcuni secoli fu un importante centro di vita religiosa di notevole richiamo per le popolazioni circostanti.
Sconsacrati alla fine del 1700 nel periodo napoleonico e venduti ai privati, ex convento ed ex chiesa furono adibiti ad abitazioni bracciantili.
Pur avendo subito nel tempo danni, incendi ed interventi di ristrutturazione diversi, gli edifici hanno conservato i segni e gli elementi basilari delle strutture originarie.

Osteria della Stella
Edificio di antichissima costruzione in località  Ronchi.
E' probabile che all'origine (1500?) possa essere stato un Hospitalia, luogo di accoglienza per viandanti e pellegrini, trovandosi sulla strada presso il convento dei Frati Minori di S. Francesco.
In secoli più recenti è stato adibito a bottega e poi ad osteria.

Torre Marsigli
Unico esemplare di torre colombaia (o forse originariamente di difesa) rimasto sul territorio comunale, in località  Ronchi, sulla strada tra il capoluogo e la frazione.
Già  indicata in mappa del 1597, come proprietà  dei Savi.
Nel 1700 fu proprietà  dei Marsigli di Bologna, poi dei Gozzadini.

Villa Padronale e Oratorio della Commenda
Già  citato in documenti degli inizi del 1700, l'Oratorio era dedicato a S. Ippolito ed era presso la villa padronale della Commenda di S. Ippolito di Bisana, istituita nel 1690 e soppressa nel 1796.
Sconsacrato da decenni, è ora utilizzato come magazzino.

Oratorio RonchiOratorio della Madonna delle Grazie
Costruito nel 1836 a spese della famiglia Candi, ai Ronchi di Venezzano, sulla strada che costeggia anche l'ex Convento.
Dedicato ad una immagine della Madonna delle Grazie che in precedenza si trovava su un' albero ed era oggetto di culto popolare.

Villa Filippetti e Oratorio di S.Anna
Fino a qualche tempo fa era la villa padronale più bella nel territorio comunale.
E' di proprietà  della famiglia Filipetti dalla metà  del 1700. Ristrutturata e ampliata secondo un modello settecentesco, sulla base di una casa padronale già  esistente nei secoli precedenti e di proprietà  di altre famiglie signorili (Rustighelli e Conti Cavalca di Bologna).
Presso la villa, sul bivio tra le vie Rottazzi e Rusticale, si trova l'oratorio di proprietà  della stessa famiglia, costruito nel 1883 e dedicato a Sant'Anna.
In precedenza, nello stesso punto, già  nel 1500 esisteva un oratorio, dedicato a S. Giacomo, e detto del Rustighello.
Villa e Oratorio necessitano di significativi restauri.

Palazzo delle Opere Parrocchiali
Edificio di costruzione antichissima, documentato dal 1604, ma risalente probabilmente al periodo di costruzione del Castello (1380).
Forse fu dimora del Vicario di Argile nel corso dei secoli XV e XVI.
Dal 1600 al 1800 fu proprietà  di importanti famiglie bolognesi: Torroni, Venenti, Ghisilieri, Piletti, Conti Ranuzzi.

Oratorio dei Bagatta
Si trova sulla via S. Benedetto, lato sud, su territorio del comune di Argile dal 1936; in passato fu oggetto di controversie confinarie, comunali e parrocchiali.
Esisteva già  nel 1500 e originariamente detto della Madonna del Fora.
Dalla metà  del 1700 fu detto dei Bagatta dal nome della famiglia che abitava nei pressi e se ne prendeva cura.

CadutiMonumenti ai Caduti
Si trova al centro della Piazza Gadani.
E' opera dello scultore bolognese Armando Minguzzi (padre di Luciano), realizzata nel 1924.