Tu sei qui: Home / Aree tematiche / Servizi Sociali / Notizie / Anziani e caldo: nasce il numero verde 800 56 21 10

Anziani e caldo: nasce il numero verde 800 56 21 10

Un nuovo importante servizio per gli anziani soli e con problemi di salute

Per gli anziani soli e con problemi di salute, particolarmente a rischio in caso di ondate di calore, esiste una rete di protezione creata dall'Unione Reno Galliera in collaborazione con la Conferenza Territoriale Sociale e Sanitaria di Bologna, l'Azienda USL di Bologna e l'ARPAE (Agenzia regionale per la prevenzione, l'ambiente e l'energia) dell'Emilia-Romagna.

NUMERO VERDE 800 56 21 10

attivo dal lunedì al venerdì dalle 8.30 alle 17.00 e il sabato dalle 8.30 alle 13.00

al quale ci si può rivolgere per avere informazioni o richiedere supporto: conoscere le risorse a sostegno degli anziani messe a disposizione dalle strutture pubbliche o offerte dal volontariato, sapere come comportarsi per far fronte alle ondate di calore, ecc.

Inoltre, è possibile segnalare situazioni di particolare criticità, sempre connesse ad anziani soli e/o in difficoltà, contattando gli Sportelli sociali dell'Unione Reno Galliera presso i Comuni:


I rischi delle ondate di calore

L’ondata di calore provoca vari disturbi, tra i quali la diminuzione della pressione del sangue, dando luogo ad un senso di debolezza, vertigini, annebbiamento della vista. È utile in questi casi sdraiarsi e sollevare i piedi, ed eventualmente rivolgersi al proprio medico curante.

Particolare attenzione va prestata nei confronti dei bambini molto piccoli, degli anziani con patologie croniche(ad esempio i diabetici che devono assumere insulina o i soggetti con scompenso cardiaco), di chi ha difficoltà ad orientarsi nel tempo e nello spazio e delle persone non autosufficienti. Attenzione anche per gli anziani che vivono da soli e le persone che lavorano all’aperto o in ambienti in cui c’è produzione di calore.

Le precauzioni in caso di ondate di calore

  • bere molto e spesso anche quando non si ha sete, salvo diverso parere del medico, evitando bibite gassate o contenenti zuccheri e in generale le bevande ghiacciate o fredde;
  • evitare alcol e caffeina;
  • fare bagni o docce con acqua tiepida per abbassare la temperatura corporea;
  • utilizzare climatizzatori regolando la temperatura dell’ambiente con una differenza di non più di 6/7 gradi rispetto alla temperatura esterna; se si usano ventilatori per far circolare l’aria, non rivolgerli direttamente sul corpo;
  • evitare di uscire nelle ore più calde della giornata (dalle 11 alle 18).

 

Azioni sul documento

 

archiviato sotto: